Q-switched

Il laser Q-switched emette impulsi di elevata energia per la rimozione dei tatuaggi mono e multicolore, soprattutto di tipo professionale e delle lesioni pigmentate benigne. La modalità Q-switched identifica l’elevata potenza di picco emessa.
Il Q-switching è una tecnica per ottenere impulsi laser ultracorti che utilizzano impulsi ultraveloci, dell'ordine dei nanosecondi (cioè milionesimi di secondo) e di potenza elevata. Ciò avviene variando le perdite nel tempo.
Normalmente la sorgente è un cristallo, comunque i laser Q-switched (QS) per la rimozione dei tatuaggi, sono fondamentalmente di 4 tipi: QS Nd:YAG doubled (532nm), QS rubino (694nm), QS alexandrite 755nm, QS Nd:YAG (1064nm).
Per la rimozione laser dei tatuaggi con l'inchiostro nero i laser migliori sono il QS alexandrite e il QS Nd:YAG, con maggiori capacità di penetrazione nella cute.
Il principio di funzionamento è quello della fototermolisi selettiva, grazie al quale il laser è in grado di frammentare bersagli come particelle colorate del tatuaggio localizzate sotto la pelle o cellule superficiali contenenti melanina.
Le strutture cutanee adiacenti, rimangono pressoché inalterate. Infatti viene limitato il danneggiamento non specifico del tessuto, riducendo al minimo o eliminando completamente eventuali sanguinamenti post-trattamento.


Laser
Q Switch
CO²
Erbium: YAG
Nd: YAG


Luce pulsata
Fotoringiovanimento
Couperose
CHIEDI AL DOTTORE